Nov

22

By potatore

Commenti disabilitati su Aspirafoglie!!

Categories: Giardino, Potatore news

Tags: , , , , , ,

Aspirafoglie!!

foglie

Nella cultura giapponese non si possono raccogliere le foglie del giardini se non sono prima cadute tutte! In Italia la caduta delle foglie, da alcuni, viene vista come un dramma…per tutti gli altri  può essere una romantica voglia d’Autunno, castagne, melograni, nespole invernali, cachi e via di questo passo. Se non si vuole che le  foglie diventino un problema, invece, basta utilizzare il tagliaerba per poterle recuperare sia dal prato sia che dai vialetti per produrre dell’ottimo compost. Quelle provenienti dai prati, miste ad erba sono decisamente le migliorivisto che si bilancia l’umidità ma se vi è poca erba basta aggiungere scarti di cucina notoriamente più ricchi di acqua.  Sistemate nel compost si può leggermente comprimere la massa distribuendo qualche manciata di concime a base di azoto per aumentare la decomposizione. Qualsiasi sia il contenitore del compost, plastica, legno ecc. l’importante è che l’insieme dei composti vegetali  sia mediamente umida senza derive di precipitati acquosi. Con temperature esterne al di sopra dei 10 gradi la decomposizione avverrà in 3-4 mesi con nei climi continentali occorrerà avere pazienza ma in primavera si potrà avere lo stessto ottimo compost per l’orto e per le aiuole fiorite.

Set

2

By potatore

Commenti disabilitati su Il rientro delle vacanze..

Categories: Potatore news

Tags: , , , ,

Il rientro delle vacanze..

Le alte temperature hanno caratterizzato quest’estate e, solo con l’inizio di questo mese, il caldo ha lasciato il posto a temperature più miti e alle piogge che hanno dato sollievo alla natura allo stremo dopo una lunga siccità e che ha visto temperature con valori decisamente al di sopra della media. L’effetto serra secondo gli esperti è la principale causa di tutto ciò e sarebbe opportuno che ognuno facesse la sua parte per ridurre le immissione di anidride carbonica e contribuisse ad evitare inutili sprechi di risorse naturali. Anche nei piccoli orti e giardini è possibile operare nel rispetto dell’ambiente: una sana tecnica colturale e interventi appropriati possono contribuire in modo rilevante al miglioramento del clima o quantomeno del microclima.

Irrigazioni – Evitare le irrigazioni ravvicinate e con modeste quantità di acqua a favore di quelle mediamente abbondanti e distanziate nel tempo. Irrigare preferibilmente al mattino o nel tardo pomeriggio, evitare di bagnare il fogliame

Prati – La calura avrà lasciato il segno sul rigoglio dell’erba. Contenere lo sviluppo delle erbe infestanti provvedendo anche ad eliminarle a mano come nel caso di cespi di pabbio.

Concimazioni – Vanno gradualmente sospese cercando di favorire l’irrobustimento dei tessuti. In particolare l’azoto va somministrato preferibilmente in fertirrigazione evitando l’uso di concimi ammoniacali a lento effetto.

Piante aromatiche – Approfittate di quest’ultimo periodo di sole per rendere rigoglioso il fogliame irrigandole abbondantemente e scegliendo l’angolo più assolato della casa. Per basilico e prezzemolo una decisa cimatura allungherà il periodo di produzione.

Piante da interni – Una volta rientrati dalle vacanze sarà opportuno riprendere le cure costanti come irrigazioni, concimazioni, asportazione dei rami morti o dei fiori appassiti ed inoltre eseguire alcuni interventi straordinari come una leggera doccia al fogliame al fine di eliminare gli accumuli di polvere che il fogliame inevitabilmente attira.

Orto – Le temperature elevate danno la possibilità di allungare la produzione di specie macroterme come pomodori, melenzane, zucchine e fagiolini. Tempo di semina delle specie da foglia come lattuga, radicchio, biete e spinaci. Entro metà mese va effettuata anche la semina in semenzaio della cipolla bianca e la semina a file di finocchio anche se, per quest’ultimo è preferibile effettuare il trapianto con piantine già di due-tre settimane

Lug

24

By potatore

Commenti disabilitati su Estate al culmine

Categories: Potatore news

Tags: , , , , ,

Estate al culmine


L’estate raggiunge il culmine in questo mese ove le temperature tendono a raggiungere i valori più alti dell’anno; le ore di luce della giornata tornano a diminuire lentamente. Tempo di vacanza ma anche tempo di lavoro in giardino in particolare nell’orto ove è tempo di raccolte abbondanti. Di seguito qualche consiglio utile.
Prati – Rispetto ai periodi freschi dell’anno, in questo i tagli vanno effettuati con altezze maggiori. Irrigare costantemente e preferibilmente nelle ore mattutine. Sospendere le concimazioni che richiederebbero apporti di acqua maggiori.

Piante grasse – Durante il periodo estivo è possibile la propaga­zione delle piante grasse. Le talee, prelevate preferibilmente per stacco manuale, vanno lasciate  a radicare in substrato leggero di sabbia e torba umidificato di tanto in tanto leggermente. Dopo l’emissione delle radichette vanno sistemati in vaso, preferibilmente di terracotta, di diametro pochi centimetri superiore al diametro della talea. Molta cura va posta nella preparazione del substrato a base di terreno argilloso, sabbia e sostanza organica ben decomposta.
Actinidia – verificare lo sviluppo della pianta e la potenzialità di fruttificazione; se è il caso procedere al diradamento dei frutti asportando quelli troppo piccoli o malformati.
Palme – Tutte le specie hanno il periodo di riposo proprio nel pieno dell’estate. In caso di trapianto fare attenzione all’apparato radicale molto sensibile che può essere facilmente compromesso durante l’operazione di trasloco. Accertarsi che il drenaggio sul fondo del vaso sia efficace posizionando eventualmente sul foro di scolo della ghiaia.
Vasi fioriti – I fiori secchi appassiti sulle piante perenni oltre che un fattore antiestetico tolgono molte energia alla pianta stessa. La loro asportazione stimola la pianta alla formazione di nuovi germogli come per le rose, gerani, verbasco, bocche di leone e molte altre.
Piante in fiore – Tempo di fioritura per diverse specie: in piena fioritura le lagerstroemie che quest’anno ritornana a fiorire con molta abbondanza sicuramente a causa delle condizioni climatiche molto più secche degli ultimi due anni. Piena fioritura anche per albizie, oleandri e per le piante di ibisco.
Orto – trapiantare cavol broccolo, cappuccio, verza e cavolfiore in parcelle ben letamate e concimate. Indivia riccia, lattuga cappuccio Romana e Brasiliana estive preferibilmente nelle parcelle lasciate libere dalle leguminose, infine sedano e porro in coltura consociata.