Giu

8

By potatore

Commenti disabilitati su Il made in Italy ….è sicuro!!

Categories: Potatore news

Tags: , , , , , ,

Il made in Italy ….è sicuro!!

posted cerere

Mucca pazza, febbre aviaria, febbre suina, maiali e uova alla diossina l’elenco delle emergenze alimentari non ha sosta e non appena la notizia passa ai giornali succede l’irreparabile: crollo dei consumi. Questo si ripercuote immediatamente sui produttori che nel giro di pochi mesi si trovano le stalle piene di animali invenduti e costretti a macerare tonnellate di frutta e verdura che hanno il solo torno di trovarsi nel bel mezzo di una campagna di “diritto di informazione” che nella realtà si traduce nel evitare il consumo in successione di carne bovini, di quella aviaria e quindi di carne suina e via di questo passo. Effetti devastanti sugli agricoltori e sugli allevatori che si vedono sfumare anni di lavoro faticoso con una legislazione , quella italiana, molto severa in fatto di controlli sui prodotti agricoli. Quanti casi di mucca pazza in Italia? Quanti di aviaria? quanti di febbre suina? Resta da porsi la domanda sul perchè i consumatori italiani si lasciano, così facilmente, scoraggiare dagli allarmismi europei e  mondiali quanto hanno piena e ripetuta certezza che la filiera dei prodotti agricoli Italia, dà garanzie di qualità dei prodotti consumati. Sì, è proprio così, i prodotti agricoli italiani sono dal punto di vista qualitativo sicuri e  certificati e allora perchè non continuare a consumare carne, frutta e ortaggi italiani?  Perchè mortificare gli sforzi e l’esperienza delle nostre produtioni agricole? Perchè non accertarsi, nell’acquisto del prodotto che sia “Made in Italy” e tranquillamente gustarsi il piacere del prodotto fresco e genuino e meglio se a “km 0”. Mistero dei consumi e forse della corretta o insufficiente informazione. Per intanto segnaliamo i nuovi aiuti Europei a causa della crisi del comparto agricolo che lasceranno qualche goccia di rinfresco su una agricoltura fin troppo “arida”.

Mag

14

By potatore

2 Comments

Categories: Potatore news

Tags: , , , ,

Tempesta solare, febbre suina, aviaria e altro ancora

Matteo Caliendo

Un’emergenza e via l’altra…ed il compito dei media è quello subito di diffondere allarmirso in tutto il pianeta in poco tempo…lo schema è sempre lo stesso. é stato denominato “mucca pazza” “sars”, febbre aviaria ecc.
Ogni volta l’attenzione sale in fretta e porta con se un supplemento di tensione direttamente proporzionale all’uso della sostanza considerata all’origine del pericolo.
La recente notizia dell’influenza suina avrebbe stravolto in pochissimo tempo…addiritura la geografia del turismo; il Messico infatti si sarebbe trasformato da un paese turistico, ad un paese “malato” da cui stare assolutamente alla larga…
La propagazione del virus sale percorsi rapidissimi e la psicosi sale in modo esponenziale. Ma in un modo così globalizzato ed evoluto; come può occupare una tale importanza questa notizia che ha già fatto calare drasticamente i consumi di carne di suino?? Se lo chiedono in molti ma praticamente nessuno riesce a darsi una risposta concreta…
I mass media dovrebbero trovarsi al centro del problema; costretti a ricercare un precario punto di equilibrio tra ildovere di informare e la necessità di non alimentare allarmi. Bisogna anche pensare che non è un compito facile…perchè quel precario equilibrio muta costantemente ogni momento…
Ieri l’emergenza aviaria, ieri l’altro quella delle mucche pazze.Oggi tocca alla carne di porco…attenderemo passi anche questa magari senza allarmarci troppo… oddio sento che arriva anche la tempesta solare

Apr

27

By potatore

6 Comments

Categories: Potatore news

Tags: , , ,

Chi ha paura dei maiali?

Dopo la paura  della Sars (sindrome acuta respiratoria) dei polli (aviaria) pare che dovrebbe arrivare la paura della febbre dei maiali. Pare che le circa 100 morti registrate in Messico e qualche raro caso quà e là su una popolazione mondiale di seimiliardi e passa deve scatenare una pandemia da mettere paura anche alla opulenta Europa. In Italia i morti per droga sono 517 e 24 mila per alcool, 7.742 persone morte per incidente stradale e la metà di queste persone aveva meno di 40 anni: gli incidenti stradali sono la principale causa di morte per la fascia d’età 15-44 anni. Viene da chiedersi da chi e da cosa aver più paura? Viene anche da pensare  che la paura di qualcosa di misterioso o scarsamente conosciuto aiuti qualcuno a giustificare acquisti di milione di vaccini, antivirali, unguenti, pozione miracolose e altro per accorgersi, dopo, che il sistema di prevenzione ( come nel caso dell’aviaria e della mucca pazza) rende inutili queste spese?  Poveri allevatori di maiali: dopo i ovini e gli avicoli speriamo che i Media si scordano di loro