Ott

27

By potatore

Commenti disabilitati su Melograno: frutto d'autunno!

Categories: Agricoltura, Giardino

Tags: , , ,

Melograno: frutto d'autunno!

 

Il Punica Granatum, è originario del sud-ovest asiatico e appartiene alla famiglia delle Punicaceae. Si presenta come una pianta cespugliosa, con una buccia coriacea gialla, foglie allungate verdi, fiori rossi e un frutto (melagrana) costituito da chicchi succosi, leggermente aspri, ricchi di sali minerali, acqua e vitamine. Le diverse varietà di melograno si suddividono in zuccherine, agrodolci e acide. Questo frutto cresce bene nelle zone a clima mite, ma può essere coltivato anche in quelle con clima più fresco (purchè sia coltivato in posizione riparata). In Italia  si trovano unicamente varietà dolci: Alappia, Dente di Cavallo, Melograno Dolce, Neirana, Profeta Partanna, Racalmuto  e Selinunte. Le proprietà benefiche del melograno erano già note nei tempi antichi e il suo utilizzo vien sempre più riscoperto dai consumatori.

Gen

8

By potatore

Commenti disabilitati su Il ciliegino

Categories: Potatore news

Tags: , , , , ,

Il ciliegino


La prima ricetta di pasta e pomodoro, secondo alcuni autori, risale al 1839 e da allora il “tomatl” azteco è diventato uno degli ortaggi da frutto più chiacchierato. In Francia per molto tempo si è ritenuto che il frutto fosse afrodisiaco ed eccitante e pertanto il nome di pomo d’amore sembrava il più appropriato mentre i primi botanici italiani che si occuparono di questo ortaggio per la colorazione che a completa maturazione acquistava, lo definirono pomo d’oro. IL Lycopersicum Esculentum, nome botanico della pianta, in ogni caso è uno degli ortaggi più diffusi nel mondo per la versatilità del suo frutto sia da consumo fresco che da passato, trova posto in una miriade di specialità gastronomiche. La ricerca scientifica continua tutt’oggi a selezionare varietà che presentino ottime caratteristiche produttive, resistenza alle malattie e precocità di sviluppo; i risultati sono nella messa in commercio di ibridi che si caratterizzano per le notevoli differenze morfologiche. Accanto alle varietà da mensa, molta diversità esiste sulle varietà dal consumo fresco ed accanto al classico pomodoro “insalataro” costoluto, appiattito oppure al tipico a forma rotondeggiante, in quest’ultimo periodo merita molta considerazione il pomodoro ciliegino. Per il fatto di appartenere al gruppo delle varietà a grappolo dalle dimensioni molto ridotte (15-30 grammi circa) e la colorazione tipica maturazione molto rossa, si ritiene somigliante alle ciliege e da qui il nome. Le caratteristiche salienti per la coltivazione non differiscono particolarmente dalle tecniche degli altri pomodori se non per alcuni marginali differenze. Tra queste è da evidenziare che al contrario delle varietà auto-cimanti e cioè quelle che naturalmente arrestano la crescita in altezza dopo la formazione di un certo numero di palchi, il ciliegino cresce continuamente in altezza formando così piante robuste e molto alte. Pertanto chi si appresta, nella prossima a questa coltivazione lo fornisca di adeguati tutori.