Dic

14

By potatore

Commenti disabilitati su I commenti di "Natale" di Margherita

Categories: Potatore news

Tags: , , , , ,

I commenti di "Natale" di Margherita

margherita posted

Una delle più diffuse tradizioni (pagane) in Italia, è quella dell’albero di Natale. Essa è presente già nel mondo antico e nel medioevo, in seguito assimilata dal Cristianesimo. Una cronaca di Brema del 1570, ritrovata dal tedesco Ingeborg Weber-Keller,  raccontava che l’albero di Natale veniva decorato con noci, mele, datteri e fiori di carta. Il primo albero addobbato risale al 1510 nella città di Riga, a cui è stata anche dedicata una targhetta scritta in otto lingue. Di solito si addobba un abete o una conifera sempre verde (in Italia è molto diffuso il Peccio o abete rosso, mentre nell’Europa centrale e nei paesi nordici, gli abeti comuni), con piccoli oggetti colorati, luci, festoni, dolciumi e ai suoi piedi, i regali. Come da tradizione si deve addobbare l’8 dicembre, il giorno dell’immacolata, e si disfa il 6 gennaio, il giorno della befana (cioè anche il giorno dedicato alle mie zie e a mia nonna…) La moda diffusa negli ultimi anni è quella di portare nelle case alberi artificiali, che risultano essere più economici e più pratici, perché quando finiscono le feste, si possono disfare e mettere in soffitta, pronti per essere riutilizzati l’anno successivo, sebbene siano molto meno poetico e “grazioso”. Altri ritengono che l’albero artificiale sia molto importante perché, altrimenti,se tutti utilizzassero abeti veri, si incrementerebbe il disboscamento. Questo è un problema facilmente risolvibile, perché basta addobbare delle piante sempreverdi che possano stare in appartamento, in questo modo si rispetta la tradizione a cui gli italiani sono molto legati.
Secondo il mio parere, l’unico buon e serio motivo per utilizzare alberi artificiali è solo quando in casa ci sono persone che soffrono di allergie alle conifere, però anche questo problema può essere risolto, infatti, basta addobbare un albero in giardino.
Per cui vi consiglio di utilizzare solo alberi veri,così si rispetta la tradizione,è molto più decorativo e più carino….
Secondo voi, non è più bello avere in casa un po’ di natura “viva”con un verde sgargiante e qualche sfumatura di giallino,decorato dai mille colori delle lucine.…piuttosto che un mucchio d plastica uguale per tutti gli anni e soprattutto inespressivo con il solito verde “morto” o “sbiadito”,  che poi magari brucia con il calore..??
E poi scusate, per la prima volta è d’accordo pure mia zia!!!!
È la prima cosa sensata che dice in tutta la sua vita!!!!!!!Il problema è che anche lei usa quello di plastica..!!é mitica mia zia,anche se è un po’ stressante……Però mi è venuta una bella idea…..Visto che si avvicina il periodo natalizio, (e ci si scambiano i regali…) potrei impacchettarle e spedirle a qualcuno….ma sono sicura che mi ritornano indietro…..Oppure posso metterle sul campanile così predicano loro al posto del parroco..e per sentire la messa non c’è bisogno di andare in chiesa……