Il petrolio italiano!!

Sole, vento e   acqua ecco il petrolio italiano. E’ il Belpaese l’Arabia Saudita delle energie alternative ma siamo alle solite: ci vuole l’ennesimo disastro nucleare per farcio rendere conto delle nostre potenzialità. In  Europa la Germania pensa nel giro di pochi anni di arrivare ad una produzione del 30% di energie alternative e pensare che loro non sono conosciuti per essere “Il paese del sole”.  Il termine,i come tutti sanno ci rappresenta, ed è stato coniato proprio in Italia a significare i favori che riceviamo  in fatto di luminosità solare. Allora a chi è venuta l’idea del nucleare? Se il motore europeo germanico punta sul fotovoltaico, visto anche i problemi di smaltimento scorie, , la Svizzera ci ripensa, la Spagna ha chiamato il Nostro  Premio Nobel Rubbia, e tutti puntano decisamente sulle energie alternative perchè gli italiani devono fare la scelta del nucleare? Quali amicizie “russe” o “libiche” ci spingono ad usare gas  siberiano e nordsahariano? Eppure, nel nostro paese, abbiamo esempi così incoraggianti e contrastanti con le dichiarazioni dei nostri politici:  Montalto di Castro, centrale fotovoltaica da 40 GW annui; Lardarello, centrale Geotermica; centrale Palladio a Fusina ad idrogeno,; Parco eolico di Sa Turrina Manna , 46,6 GW annui,  il più grande in Italia.
Piuttosto che scegliere il nucleare sarà il caso di cambiare politica/o. Ai prossimi referendum io non andrò al mare!!

Precedente Auguri Italia Successivo La cascata....del bonsai

2 commenti su “Il petrolio italiano!!

  1. potatore il said:

    La centrale fotovoltaica si estende su una superficie di 80 ettari e utilizza 78.720 moduli solari con tecnologia degli Inseguitori Solari SunPower.
    L’impianto produce 40 GWh di energia all’anno e ha una potenza di picco di 24 MW. Genera energia elettrica sufficiente a soddisfare i bisogni di 13.000 abitazioni e permette di evitare l’emissione di circa 22.000 tonnellate di biossido di carbonio ogni anno. Accetto la considerazione con beneficio di inventario visto che non sono riuscito a trovare il rapporto tra GWH e MW. Ringrazio comunque per l’attenzione posta all’articolo

I commenti sono chiusi.