Bergamo terra di acque minerali

diego

Le produzioni sono in aumento, investimenti per l’ ammodernamento degli impianti di depurazione nuove etichette e formati delle bottiglie. Quello bergamasco è un commercio che sembra non vedere il volto della crisi:questa ricchezza che predilige in assoluto e considerata come fonte primaria è l’ acqua.
Il territorio bergamasco è ricco di montagne ma soprattutto di fonti d’acqua cristallina che ha portato Bergamo a esaltare questa sua caratteristica dando vita ad una serie di attività legate alle presenza di acqua. Il mercato sempre più competitivo ha spinto la aziende, anche di piccole dimensioni nell’ investire nell’ ammodernamento dei loro impianti. Per vincere la concorrenza e piazzare meglio i propri marchi, le aziende si sono attrezzate destinando anche risorse al miglioramento packaging e lanciando sul mercato nuovi formati soprattutto perle bottiglie. Prima il PVC sostituito in seguito dal pet la plastica ha preso piede ed ha dato il via ad una vera rivoluzione nel campo industriale ed è più facile da smaltire rispetto al tradizionale vetro consegnato a domicilio direttamente al privato.
Il mercato viene coperto dalla grande distribuzione organizzata che rappresenta il canale di vendita più importante.

Precedente Zanzara tigre: conoscerla per combatterla Successivo Biodiversità a rischio

Un commento su “Bergamo terra di acque minerali

  1. W l’acqua del rubinetto!!
    C’è una bella differenza tra bere acqua minerale o di rubinetto e NON Solo per il portafoglio!!!

    (1 litro dell’acqua minerale più cara
    costa 3.000 volte in piu’ dell’acqua del rubinetto del comune di Milano)
    Una bottiglia di acqua del rubinetto ci costa 0,0004 euroUna bottiglia di minerale tra i 20 centesimi e 1 euro

I commenti sono chiusi.