Giu

6

By potatore

5 Comments

Categories: Potatore news

Tags: , , , , ,

Zanzara tigre: conoscerla per combatterla


Estate e torna l’annoso problema della zanzara tigre. Insetto appartenente alla famiglia culicidae diffusosi in Europa dopo gli  anni novanta. La zanzara tigre è lunga dai 2 ai 10 millimetri, tigrata di bianco e nero e con i maschi più piccoli delle femmine. Diversamente dalla Culex pipiens, specie indigena, la zanzara tigre è attiva durante il giorno e punge rapidamente, senza farsi notare. Gli adulti depongono spesso le uova in vasi, sottovasi, tombini fognari e le uova possono sopravvivere finché il contenitore dove sono state deposte non si riempia nuovamente di acqua piovana. Importante è il fatto che questa zanzara ha un limitato raggio d’azione (meno di 200 metri); perciò i luoghi di deposizione delle uova sono vicini a dove si osservano le zanzare. La prevenzione, quindi,  e la collaborazione nel vicinato sono fattori molto importanti per ridurre il proliferare di questa specie. Alcuni piccoli espedienti: niente sottovasi, niente acqua stagnante, utilizzo di larvicidi nei tombini e di pesci rossi nei laghetti; negli altri casi di scorte d’acqua, rame da sostituire periodicamente. In ultimo, ricordarsi di appendere in giardino una bat-box al fine di attirare la presenza e la permanenza di pipistrelli, nemici giurati della zanzara tigre.