Nov

12

By potatore

1 Comment

Categories: Potatore news

Un acro= 0,4 ettari

[email protected] | 79.6.91.184

La parola acro deriva dall’inglese antico aecer, (significa originariamente “campo aperto”).
L’acro è un’unita di misura di un’area, utilizzato in molti sistemi diversi, tra cui il sistema imperiale britannico, e il sistema consuetudinario statunitense.
Gli acri più usati più comunemente ai giorni nostri sono quelli internazionali. Un acro corrisponde a 43.560 piedi quadrati e ciò è a 4840 iarde quadrate, equivalenti a 4046,85642m al quadrato.L’acro è spesso usato per definire l’area di un terreno.Nel sistema metrico, l’ettaro (ha) la stessa funzione. Un acro è pari a circa 0,4 ettari. L’acro fu scelto come corrispondente all’incirca di terreno arabile di un uomo con un bue in un giorno. Ciò spiega la definizione dell’acro come l’area di un rettangolo con un lato pari a una catena e l’altro pari a un furlong. Una striscia di terra lunga e stretta è più facile da arare di un terreno quadrato,dato che l’aratro deve essere girato meno frequentemente. Lo stesso termine “furlong”deriva dal fatto che è “un furrow in lunghezza.

A cura di Lorenzo Zaccarini