Ago

4

By potatore

1 Comment

Categories: Potatore news

Identificazione cellulare dell'avorio

di fe.pa

Anche dopo il blocco internazionale, la vendita di avorio ricavato dalle zanne d’elefante non accenna a diminuire.
Le zanne provenienti dall’africa tropicale, finite nei paesi asiatici e lavorate per diventare ornamenti, statuette, sigilli e gioielli non si sa se provengono da nazioni che autorizzano un commercio limitato ricavato da popolazioni di elefanti in eccesso.
Allora come scoprire se l’avorio commercializzato è frutto di bracconaggio e, soprattutto, la loro originale provenienza?
Un ricercatore dell’università di Washington, assistito da altri ricercatori statunitensi, ha analizzato il Dna di alcune zanne confiscate nel 2006 e ha scoperto che le zanne sottratte agli artigiani asiatici provenivano da una ristretta zona della Tanzania e del Mozambico.