Giu

16

By potatore

Commenti disabilitati su Il candidato sindaco

Categories: Potatore news

Il candidato sindaco

Dopo le elezioni tutti hanno vinto e prassi collaudata e quella di ringraziare gli elettori dei voti avuti, inaspettati ma auspicati, per poi subito dopo riaffermare i programmi, ripromettere le priorità, essere il presidente o il sindaco di tutti e via di questo passo. Sulla carta e sui buoni propositi sono tutti validi e tutti votabili? Certamente si …però: quando si fa richiesta di assunzione presso una qualsiasi ditta è inevitabile riempire il curriculum vitae: nome, cognome, nato, residente e giù via fino al titolo di studio e passando inevitabilmente nelle precedenti esperienze lavorative. Mi chiedo: l’elettore ha sempre tenuto presente alcuni requisiti basilari necessari al candidato sindaco per aspirare a tale carica? Il particolare minimo indispensabile non è avere come titolo di studio una laurea? avere come referenze un passato di consigliere comunale e incarichi direttivi  presso una qualsiasi impresa, società ecc. ecc.  E’ chiedere troppo avere qualche referenza oppure è importate solo la ventennale militanza in questo o quel partito? E’ chiedere troppo che anche i consiglieri abbiano almeno il diploma di scuola superiore come tra l’altro richiesto per presidenti e segretari di seggio? Se alle elezioni precedenti e a quelle future non si è considerato questi piccoli requisiti non bisogna poi lamentarsi se la gestione del bene pubblico non trova adeguata risposta negli eletti: scegliere un asino anche se di buona razza non significa poter correre ad Agnano.