Mag

19

By potatore

2 Comments

Categories: Potatore news

mutui chirografari e conto energia

di Luca Tironi

Con il varo del “Conto Energia ”, l’installazione di un impianto solare fotovoltaico è diventato un investimento redditizio oltre che pulito. Si calcola infatti che grazie al contributo, nei 20 anni di durata del Conto Energia un impianto renda fino al doppio del capitale investito.
Ma per un impianto di  3 kW di potenza, in grado di soddisfare le esigenze di una famiglia media, occorre un investimento, tutto  compreso, di circa 22.000 € e non tutte le famiglie sono nella condizione di sostenerlo.
Ecco allora entrare in scena le Banche che attratte da questa nuova opportunità hanno messo a punto nuovi strumenti  di accesso al credito agevolato, specifici per lo sviluppo degli impianti solari fotovoltaici.
L’offerta è interessante poiché i prestiti sono in genere sotto forma di mutui chirografari e possono prevedere  piani finanziari di rientro calibrati sugli incentivi percepiti che vengono direttamente canalizzati in banca.
Quindi, a conti fatti, l’impianto costa zero.